Appunti di Rete: Diffusione dello spettro
Questo articolo fa parte della collezione Appunti di Rete, utile per il corso d'Informatica di Reti di Calcolatori.

Appunti di Rete: Diffusione dello spettro

Spread Spectrum (diffusione dello spettro) i segnali di varie sorgenti vengono combinati con l’obiettivo di evitare intercettazioni e interferenze. Tali tecniche si basano sulla ridondanza, espandendo la banda originale in una molto più grande.

Frequency Hopping Spread Spectrum

La FHSS (diffusione dello spettro tramite salti di frequenza) utilizza delle frequenze portanti, selezionate in maniera pseudocasuale, modulate dal segnale originale. Una terza parte non ha modo di sapere su quali frequenze vengono trasmessi i dati ed è difficile impedire la trasmissione poiché bisognerebbe creare interferenza su molte frequenze.

Direct Sequence Spread Spectrum

la DSSS (diffusione dello spettro tramite sequenza diretta) sostituisce ad ogni bit del segnale originale una wordcode di n bit, attraverso un codice di diffusione. La sequenza di Barker, per cui n equivale a 11, è il codice di diffusione utilizzato dalle Wireless LAN. La largezza di banda necessaria è quindi 11 volte superiore.

28 December 2015