Appunti di Rete: Dispositivi di connessione
Questo articolo fa parte della collezione Appunti di Rete, utile per il corso d'Informatica di Reti di Calcolatori.

Appunti di Rete: Dispositivi di connessione

Per connettere più reti fra loro, vengono usati dei dispositivi di connessione che possono operare in vari strati dell’architettura di rete:

  • sotto lo strato fisico: hub passivi;
  • nello strato fisico: ripetitori e hub attivi;
  • nello strato fisico e di collegamento: bridge;
  • nello strato fisico, di collegamento e di rete: router;
  • in tutti gli strati: gateway.

Hub passivi: si tratta di semplici connettori tra cavi. Non amplificano il segnale e non necessitano di alimentazione.

Ripetitori e Hub attivi: un segnale che viaggia all’interno di un cavo subisce un’attenuazione nel tempo che mette a rischio l’integrità dei dati. I ripetitori ricevono il segnale prima che si deteriori, lo rigenerano e lo inoltrano. Gli hub attivi sono semplicemente ripetitori a più porte, utili in una topologia a stella.

Bridge: un bridge, oltre ad avere le stesse capacità di un ripetitore, può controllare gli indirizzi della sorgente e della destinazione contenuti in un frame e decidere su quale porta inoltrarlo attraverso una tabella di inoltro. In un bridge trasparente, la tabella di inoltro è costruita automaticamente in base al traffico sulla rete.

Router: un router, operando nello strato di rete, può inoltrare i pacchetti in base agli indirizzi logici. Vengono utilizzati normalmente per connettere reti LAN o WAN alla rete Internet.

Gateway: un gateway è in grado di leggere e interpretare messaggi da applicazioni, perciò può essere utilizzato per connettere due reti che utilizzano modelli diversi.

31 December 2015